Cop 23 a Bonn, l’intervista di Roberto Della Seta al Corriere della Sera

E’ in corso la ventitreesima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite (Cop 23) a Bonn, in Germania, dal 6 al 17 novembre.

Si tratta della prima organizzata dopo l’annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di voler uscire dall’Accordo di Parigi, intesa raggiunta da 195 nazioni al termine della Cop 21, nel dicembre del 2015.l principale obiettivo della Cop 23 – ospitata per ragioni logistiche da una nazione europea ma la cui presidenza è affidata alle Isole Fiji, tra le nazioni più vulnerabili al mondo di fronte ai cambiamenti climatici – è proprio quello di tradurre in azioni concrete gli obiettivi contenuti nel documento siglato in Francia due anni fa.

Presente all’interno della delegazione italiana il presidente della Fondazione Europa Ecologia, Roberto Della Seta, intervistato dal Corriere della Sera.

PDF 14nov17_corsera


Circonomìa 2017, grande successo per la seconda edizione del festival dell’economia circolare e dell’energia dei territori

Si è chiusa con un successo di pubblico la seconda edizione di Circonomia, il festival dell’economia circolare e dell’energia dei territori, che ha visto la Fondazione Europa Ecologia tra i promotori.

Dal 25 al 28 maggio il festival “itinerante” coinvolgendo 4 località del Piemonte: Novara, Novello, Alba e Pollenzo, Bra.

Un’edizione contrassegnata dal successo di pubblico, che ha affollato tutti gli eventi, dalla lectio magistralis di Jacques Attali al Teatro Sociale di Alba, continuando per il seminario formativo rivolto ai giornalisti che si è svolto venerdì pomeriggio a Pollenzo. Gli appuntamenti del sabato a Novello sono stati tra i più apprezzati: l’incontro “Cittadinanza attiva ed economia circolare”, svoltosi alla Bottega del Vino, ha riscosso molti consensi mentre in piazza Vittorio Emanuele, per la proiezione del documentario “Indizi di Felicità” di Walter Veltroni, che ha dialogato con Benedetta Tobagi, si è registrato il tutto esaurito.  La domenica conclusiva a Bra, con gli eventi legati alla mobilità sostenibile, hanno visto una grande partecipazione di tutta la cittadinanza.

Roberto Della Seta e Francesco Ferrante guardano già alla prossima edizione: “Salutiamo con grande soddisfazione la seconda edizione di Circonomìa e guardiamo all’edizione del 2018 con parecchie idee già in cantiere. Grazie alla risposta del pubblico e l’attenzione di tutti coloro – imprese, istituzioni, università – che toccano con mano l’economia circolare possiamo dire che il Festival è stata un’occasione privilegiata di confronto. La location d’eccezione del Festival, che si immerge perfettamente nel territorio dinamico e autorigenerante delle Langhe, gli sponsor compagni di viaggio e tutti gli ospiti, hanno reso possibile la riuscita di Circonomìa. Una volta ancora, possiamo dire che non occorre essere dei visionari per trarre una lezione fondamentale per gli anni a venire: l’economia circolare è il nuovo modello di economia del futuro in cui cambia radicalmente l’approccio nei confronti del ciclo di vita del prodotto. Chi fa economia circolare contribuisce a una crescita sostenibile che porta enormi vantaggi: al consumatore, che vede aumentare la vita di un prodotto, può risparmiare denaro e reinvestirlo in esperienze che ne migliorano il benessere personale; all’azienda, che diventa socialmente responsabile del prodotto e rende più efficiente l’utilizzo delle materie prime, razionalizzando così la propria struttura di costi; al sistema Paese, che beneficia così di un modello produttivo più sostenibile migliorando l’impatto ambientale della produzione non a discapito della crescita”.